SaMoTer, a 6 mesi dal via +39% iscrizioni e +66% spazi espositivi occupati

Liebherr e Wacker Neuson ritornano dopo l’ultima partecipazione alla fiera nel 2011. Conferme da Bobcat, Doosan, Eurocomach, Hidromek, Hyundai, Komatsu, Sany, Takeuchi, Venieri e Yanmar

Importanti ritorni e conferme tra le case produttrici, con un aumento dei mq occupati nei padiglioni e nelle aree esterne

Il settore delle macchine movimento terra e per costruzioni rinnova la fiducia a SaMoTer, uno degli eventi di riferimento in Europa per il comparto. Dal 21 al 25 marzo 2020 a Veronafiere si terrà la 31ª edizione della manifestazione.

La precedente, nel 2017, aveva registrato 455 espositori di cui il 25% stranieri da 25 nazioni, 65mila metri quadrati espositivi e oltre 84mila visitatori da 86 paesi. Ora, a sei mesi dal via, le aziende che hanno risposto presente sono già cresciute del 39% considerando lo stesso periodo di riferimento.

Tra le numerose partecipazioni in corso di definizione, spiccano le adesioni del gruppo svizzero Liebherr e di quello tedesco Wacker Neuson: si tratta di un grande ritorno dopo l’ultima partecipazione alla fiera nel 2011. Hanno poi detto sì a SaMoTer 2020 anche Bobcat, Doosan, Eurocomach, Hidromek, Hyundai, Komatsu, Sany, Takeuchi, Venieri e Yanmar.

 

«Il Gruppo Liebherr, dato il positivo sviluppo di fatturato ottenuto in Italia negli ultimi 5 anni e per sottolineare la propria volontà di consolidare ed incrementare la propria presenza su tutto il territorio italiano, ha deciso di tornare ad essere presente a SaMoTer – spiega Christophe Sanchez, amministratore delegato di Liebherr Emtec Italia Spa -. Abbiamo voluto dare fiducia al rinnovato format della manifestazione e alla campagna di promozione di Veronafiere. Siamo fiduciosi che l’edizione 2020 sarà un successo e ci permetterà di aumentare la nostra visibilità e raggiungere gli obiettivi sempre più ambiziosi che il Gruppo Liebherr ha per l’Italia».

 

«Dopo alcuni anni di instabilità del mercato e di conseguente ristrutturazione della rete commerciale, Wacker Neuson ha deciso di partecipare a SaMoTer – commenta Georg Jung, amministratore unico di Wacker Neuson Italia -. Per noi sarà l’occasione di presentare agli operatori del settore le novità del Gruppo Wacker Neuson, con le gamme di mezzi e soluzioni che si contraddistinguono sempre per tecnologia all’avanguardia, elevate prestazioni e soprattutto risparmi importanti; qualità che si riassumono in una formula: economia d’impiego».

 

Promosso quindi il format della rassegna di Veronafiere che punta sempre più su innovazione tecnologica, internazionalità, contenuti e approfondimenti formativi per gli operatori. Un progetto su cui le imprese hanno deciso di investire, tanto che gli spazi espositivi venduti finora hanno fatto segnare un +66% rispetto a settembre 2016.

Segnali positivi che riflettono la parallela risalita del mercato delle macchine da costruzioni italiano. Secondo gli ultimi dati disponibili dell’Osservatorio SaMoTer-Prometeia, infatti, il paese ha chiuso i primi sette dell’anno con esportazioni superiori a 1.5 miliardi di euro (+2%) e importazioni pari 512,2 milioni (+6,3%).

 

Nel 2020 SaMoTer rappresenterà l’unico evento per la filiera in Europa e quindi l’occasione per costruttori e buyer di capitalizzare gli effetti della ripresa. L’offerta espositiva del salone di Veronafiere sarà inoltre ancora più trasversale e completa.
Oltre alla consueta presenza di Asphaltica, rassegna su tecnologie e soluzioni per pavimentazioni e infrastrutture stradali organizzata con SITEB - Strade ITaliane E Bitumi, il 31° SaMoTer vedrà il debutto di ICCX Southern Europe, il principale evento per il comparto della prefabbricazione in calcestruzzo, in collaborazione con ad-media GmbH.

 

Fonte: Servizio Stampa SaMoTer-Veronafiere